Personal coaching non solo al lavoro

Personal coaching non solo al lavoro

Sempre più grandi aziende richiedono l’assistenza di coach professionisti per lo sviluppo dei loro executive e manager a vario livello. La rapida crescita di questa professione ha spinto riviste specializzate, università e organizzazioni internazionali a svolgere ricerche per valutare la reale efficacia del coaching.

Una delle prime ricerche fu svolta dall’ICF International Coach Federation nel 1998. L’ICF ricopre circa il 45% del mercato di coaching a livello mondiale e svolge un’intensa attività di sviluppo, divulgazione e accreditamento della professione in tutto il mondo.

La ricerca fu svolta negli Stati Uniti su una popolazione di 210 clienti da cui furono raccolti dati e opinioni. 197 di loro erano professionisti e manager aziendali che avevano ricevuto servizio di coaching per una media di 9 mesi. Ben il 95% si disse soddisfatto e dichiarò di considerare il coaching un investimento molto prezioso. Il risultato della ricerca portò anche a definire le aree in cui gli intervistati avevano ricevuto coaching. Se pure il time management, la carriera, il proprio business erano i temi con le percentuali più alte, almeno il 50% disse di essere interessato a migliorare anche aspetti della vita privata, salute e benessere, relazioni personali.

Un’altra ricerca è stata completata dalla Norwegian University of Life Sciences su 111 partecipanti, tutti con qualche forma di responsabilità di leadership, che hanno ricevuto coaching da 14 coach professionisti per un breve periodo di tre mesi allo scopo di verificare gli effetti del coaching sullo stress. Il 60% ha dichiarato di riscontrare un miglioramento nei rapporti interpersonali, soprattutto un maggiore supporto da colleghi, superiori e familiari. È stato anche documentato che il maggiore supporto ricevuto ha avuto come effetto una riduzione dello stress e una maggiore motivazione verso nuove sfide.

È difficile quantificare gli effetti positivi del coaching, ma sicuramente il suo valore è riconosciuto ormai a livello internazionale.

Anche in Italia ha conquistato il favore di aziende e organizzazioni come strumento innovativo per lo sviluppo delle persone. Probabilmente il crescente successo è dovuto alla necessità di migliorare la performance dei propri manager al fine di una maggiore competitività. I vecchi metodi direttivi hanno dimostrato di non essere al passo con il rapido evolversi del mercato.

È nel privato? Negli Stati Uniti il coaching è ormai una realtà consolidata e in Europa la richiesta di coach per il supporto personale sta crescendo. Decidere come individui di rivolgersi a un coach può richiedere uno sforzo maggiore sia in termini di impegno personale che di investimento, ma le occasioni di avvicinarsi a questo processo sono talmente tante, che la richiesta anche da parte di privati è in crescita.

Se consideriamo che manager, executive, team e tutte le risorse in generale sono comunque prima di tutto individui che devono gestire il proprio tempo, affrontare cambiamenti, sviluppare capacità relazionali e gestire lo stress quotidiano nell’ambito professionale e nella vita privata, possiamo capire perché il coaching sta diventando un’opportunità per tanti che si rivolgono a coach professionisti non solo per migliorare la performance all’interno di aziende e organizzazioni, ma per il proprio benessere.

Carla Benedetti

Fonti:

  • Ricerca ICF 1998
  • Coach Connect e Norwegian University of Life Sciences, “Can Coaching Reduce the Incidence of Stress-Related Absenteeism?”, Jan Ramsøy and Sigrid Stover Kjeldsen

Approfondimenti:

  • Tipologie di coaching: Business, Personal, Life coaching
  • I benefici del coaching
  • Domande frequenti sul coaching
Avatar

Carla Benedetti

Ho intrapreso gli studi e la professione di coach dopo quindici anni di attività nel management, nelle Risorse Umane e nella gestione di piccole imprese in Italia e all’estero. Credo fermamente che ogni singolo individuo possa dare il suo contributo a quel cambiamento culturale che renderà il mondo migliore.

Questo sito web utilizza i cookie e consente l’invio di cookie di terze parti. Premendo il tasto OK o compiendo una qualunque azione all’interno del sito web accetterai l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più su come modificare o negare l’utilizzo dei cookie consulta la nostra: Privacy policy

OK